Museo Mulino di Sopra
Museo della civiltà contadina e dell'attività molitoria

Il recupero

Nel 1991 la famiglia Tessadori cedeva all’Amministrazione Comunale l'immobile; il mulino era inutilizzato dagli anni Settanta e fu subito chiaro l'obiettivo, quello di recuperarlo per consegnare alla memoria futura il ricordo di un importante attività nel ciclo vitale delle nostre genti contadine.

Grazie anche al contributo dei privati iniziava così la ristrutturazione terminata nel corso del 1994, fino a giungere ad una solenne inaugurazione avvenuta sabato 8 ottobre di quell'anno.

Nel 2000 il museo entrava a far parte del Sistema Museale Cremonese e dal 2015 anche del M.O.ES.E - Sistema museale locale arte cultura e storia fra Serio e Oglio.

La vita del museo prosegue...

L'amministrazione comunale di Madignano tiene alla valorizzazione del museo come bene storico, culturale e antropologico. Ecco cosa è stato fatto negli anni duemila, anche con il sostegno finanziario della Regione Lombardia:

  • catalogazione dei beni;
  • rampe interne per favorire l'accesso ai disabili per la visita al piano inferiore;
  • stallo riservato al parcheggio per disabili;
  • sistema di videosorveglianza;
  • potenziamento dell'illuminazione esterna;
  • acquisto di nuovi arredi e attrezzature per gli ambienti espositivi;
  • riqualificazione dell'area retrostante con rifacimento della staccionata;
  • convenzione con le associazioni locali per la valorizzazione e la gestione del sito.
 Ultimo aggiornamento: 10/09/2018
Esterno del museo
Esterno del museo, il giorno dell'inaugurazione, ottobre 1994.

Estratti di articoli dell'anno 1994
Alcuni articoli dell'epoca.


Contattaci
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto